pianetadonna.it

Uomini: il cromosoma Y sta scomparendo?

Il sesso maschile, geneticamente parlando, gode di ottima salute ed è destinato a raggiungere quasi gli stessi livelli di longevità della donna. Qualche tempo fa, infatti, un’equipe di studiosi aveva lanciato una previsione “catastrofica” che prevedeva l’estinzione del cromosoma Y, entro i prossimi 5milioni di anni, a seguito della graduale perdita di patrimonio genetico.

Ipotesi messa in discussione da un gruppo di scienziati americani del Whitehead Institute for Biomedical Research a Cambridge nel Massachusetts, che osservando dei lontani “cugini” del genere umano, ovvero delle scimmie Macaco Rhesus, ha notato che nonostante il trasmesso dai padri ai figli, abbia subito un “restringimento” nel corso dei millenni, la scomparsa del genere maschile risulta però molto più lontana delle previsioni.

A questo proposito il professor David Page, coordinatore della sperimentazione, ha spiegato che le porzioni più antiche del cromosoma Y sono fondamentalmente stabili e non hanno subìto negli ultimi 25milioni di anni, sostanziali alterazioni.

I dati ottenuti e pubblicati su Nature, quindi, hanno mostrato che il patrimonio genetico delle scimmie in questione, negli ultimi 300milioni di anni, ha mantenuto invariato il bagaglio cromosomico, mentre nell’uomo è avvenuta la perdita di un solo gene. Così se ai primordi dell’evoluzione umana, il cromosoma Y, è stato sottoposto a una perdita molto accentuata, definita dagli studiosi “decadimento genetico”, successivamente la condizione cromosomica maschile si è andata stabilizzandosi, così come accaduto per i macachi, dai quali ci separano 25milioni di anni di evoluzione.

Questa ricerca, conclude il professor Page,

“ Chiarisce il concetto in base al quale il cromosoma Y non sta scomparendo e ha ancora un lungo futuro davanti a sé. Sfido chiunque possa dire il contrario, di fronte a tali risultati.”

Fonte: Nature


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com