pianetadonna.it

Tumori: funziona il farmaco inalabile

I per contrastare i tumori al polmone sono più efficaci e producono minori effetti collaterali se inalati direttamente, invece di essere iniettati nel sangue.

Lo ha dimostrato una ricerca della Rutger University del New Jersey (USA), i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Pnas.

I ricercatori statunitensi sono riusciti ad inserire la doxorubicina, un farmaco impiegato contro il cancro ai polmoni, in bolle di grassi abbastanza piccole e leggere da essere inalate.

Il farmaco è stato quindi testato su alcune cavie da laboratorio a cui erano stati impiantati tumori umani: a seguito della somministrazione, questi si sono ridotti molto di più rispetto ai tumori di altri animali a cui la doxorubicina era stata iniettata. Questi ultimi hanno anche mostrato più effetti collaterali a livello di altri organi, segno che la tecnica per inalazione è molto più efficace.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com