pianetadonna.it

Tarassaco: un toccasana per il nostro corpo

Il tarassaco, chiamato anche dente di leone, è una delle piante officinali maggiormente utilizzate dalla fitoterapia. E’ una pianta erbacea che si può trovare sia al mare che in montagna.

E’ facile da riconoscere grazie ai suoi caratteristici fiori gialli, che sembrano piccole margherite. Denominata dai contadini piscialetto per le sue potenti qualità diuretiche è ottima per combattere la ritenzione idrica. Il tarassaco si è dimostrato altrettanto efficace come depurativo, contribuisce, infatti, all’ eliminazione delle tossine.

Un’ altra proprietà è quella lassativa, a tal proposito proponiamo una tisana dal gusto piacevole e dagli effetti sicuri per tutti coloro che soffrono di stitichezza: immergete in 200 ml d’ acqua bollente, circa una tazza da thè, due cucchiaini da caffè di radici di tarassaco, filtrate il composto ottenuto e bevete questa splendida tisana.

Studi hanno dimostrato le sue proprietà benefiche nei casi di calcolosi, itterizia e insufficenza epatica.  Utile può risultare una tisana depurativa, stimolante delle funzione epatiche, renali e intestinali: fate bollire circa un litro d’ acqua con immersi tre cucchiai di una miscela ottenuta dall’ unione di 30 grammi di tarassaco, 30 grammi di bardana, 20 grammi di menta e 20 grammi di liquirizia.

Lasciate che la tisana giunga ad ebollizione, spegnete e lasciatela riposare coperta da un panno da cucina per circa 20 minuti. Filtrate il composto ottenuto e bevete anche varie volte durante il giorno.