pianetadonna.it

Talloni induriti e screpolati, cause e rimedi naturali

Dopo le passeggiate sulla riva del mare, il contatto con sabbia e salsedine o, magari, dopo le lunghe ore passate su scogli, tra tuffi e relax, è facile accorgersi di avere la pelle dei talloni più dura del solito.
Complici anche le suole di sandali e ciabatte, indossate durante le nostre vacanze e spesso non proprio confortevoli, al momento del rientro a casa, quando ci apprestiamo ad una rimessa in forma generale, dobbiamo fare i conti con tutti quei piccoli inestetismi che il periodo di maggiore liberà estiva può provocare.

I talloni induriti e talvolta screpolati non sono però solo un problema estetico, che compromette la nostra bellezza e ci fa sentire a disagio quando indossiamo sandali e scarpe aperte: il più delle volte sono accompagnati da antipatiche lesioni e spaccature che possono diventare dolorose e crearci problemi quando siamo in per molte ore o quando camminiamo.

Ma quali sono le cause più frequenti che provocano tale disagio? Da un lato ci sono motivazioni più fisologiche, legate al livello di idratazione, al fatto di avere una pelle tendenzialmente secca, oppure alla menopausa o alla sudorazione; dall’altro, a verificare ispessimento della cute in queste zone, sono fattori esterni, legati soprattutto all’ ed alle abitudini di vita adottate.
Il piede, in estate, viene lasciato più allo scoperto e, dunque, risulta più facilmente soggetto all’azione di abrasione e sfregamento provocato da suole rigide, sabbia, polvere, sudore, superfici ruvide e porose.

Inoltre, se per un verso il piede è più libero di respirare, sviluppando meno batteri e beneficiando di una maggiore traspirazione senza le scarpe chiuse ed il contatto dei calzini, bisogna considerare che in tal modo è più facilmente soggetto all’aggressione di fattori esogeni ed al problema di una riduzione della sudorazione localizzata, che può comportare un ispessimento della cute ed il conseguente indurimento.

Come possiamo combattere tale fastidioso problema e arginare gli inestetismi provocati dalla nostra “selvaggia” vita estiva? Bisogna agire direttamente sulle zone colpite, con una buona dose di pazienza, riservando ai nostri talloni cure costanti e giornaliere, che insieme alla minore esposizione ai fattori esterni scatenanti, produrranno una graduale regressione e ridimensionamento del problema.

1
2

Continua la lettura »