pianetadonna.it

Proprietà e benefici del pesce azzurro

Il è un alimento indispensabile in un’ alimentazione sana ed equilibrata.

In particolare il è ricchissimo di sostanze benefiche per il nostro organismo.

Con il termine “pesce azzurro” si indicano tutte le specie ittiche caratterizzate da colorazione dorsale tendente al blu e argentea nella parte ventrale. Questa denominazione non ha una valenza scientifica, ma identifica commercialmente questa varietà di pesci.
Le tipologie più diffuse e conosciute nel mercato ittico sono: la sardina, l’ alice o acciuga, lo sgombro, l’ aguglia, lo spratto o papalina, l’ alaccia, il lanzardo, la costardella ed il suro. Il pesce azzurro ha carni generalmente molto digeribili caratterizzate da un’altissima concentrazione di grassi insaturi in particolare del tipo omega 3, che svolgono effetti benefici sul cuore e la circolazione in generale, abbassando il livello di colesterolo, è inoltre un’ ottima fonte di proteine e di una serie di macronutrienti come potassio (che aiuta la contrazione muscolare ) e fosforo ( utile per scheletro e cervello ), di sali minerali (tra cui il selenio, un efficace antiossidante, calcio, fosforo, ferro e iodio) e vitamine (in particolare A e B).

Ottimo nell’ alimentazione dei bambini e degli anziani per la masticabilità e la leggerezza, è consigliato almeno 3 volte alla settimana.

Le proprietà organolettiche, le capacità nutritive e l’apporto calorico variano molto a seconda del metodo di cottura, quindi bisogna imparare a cucinare questo tipo di pesce in modo adeguato seguendo i consigli degli esperti per non alterarne le caratteristiche.

Cuocere il pesce per poco tempo, preferibilmente al cartoccio, in forno o marinato nel limone, evitando le fritture, in cui a causa dell’ elevata temperatura raggiunta dall’ olio si deteriorano facilmente sia i grassi polinsaturi che le vitamine.