pianetadonna.it

Proprietà dimagranti e analgesiche del peperoncino

Il peperoncino, già da tempo ritenuto un alimento dimagrante perché fa riscaldare il corpo aiutandolo a bruciare calorie, è effettivamente utile a chi ha problemi di peso. La virtù è riposta nella diidro capsiato (Dtc), una sostanza che stimola il metabolismo, contenuta soprattutto nel tipo dolce.

La conferma giunge dalle analisi di un gruppo di ricercatori dell’Università della California di Los Angeles, che hanno coinvolto 34 individui con problemi di sovrappeso. Questi hanno consumato un pasto liquido ipocalorico per 28 giorni: una metà dei partecipanti ha assunto una pillola contenente Dtc, l’altra una pillola placebo.

Terminato il test, è risultato che chi aveva ingerito la pillola con Dtc aveva avuto ogni giorno un dispendio maggiore di calorie fino al doppio rispetto a chi aveva assunto il placebo.

Ovviamente questi risultati non devono far credere che per dimagrire sia necessaria un’abbuffata di peperoncini, dato che i partecipanti al test erano anche soggetti a una dieta ipocalorica controllata. Tuttavia, tale proprietà dimagrante non è la sola virtù scoperta nel peperoncino: pare infatti che il suo consumo contribuisca ad alleviare il dolore.

Lo dimostra uno studio dei ricercatori della University of Texas di San Antonio, pubblicato sul Journal of Clinical Investigation. Essi hanno scoperto nel corpo umano una sostanza responsabile del meccanismo che provoca i sintomi del dolore, simile alla capsaicina (contenuta nei peperoncini, dalla quale dipende il sapore piccante): tale sostanza, chiamata TRPV1, viene rilasciata in seguito alle lesioni e si lega ai recettori del dolore.

Gli studiosi – che hanno trovato il modo di impedire alla capsaicina di legarsi ai recettori del dolore – hanno ora aperto la strada alla sperimentazione di nuovi farmaci in grado di bloccare la produzione della TRPV1 e, di conseguenza, di contrastare il dolore cronico.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com