pianetadonna.it

Oscillococcinum: la cura omeopatica per prevenire l’influenza

L’influenza è una malattia sistemica acuta, con prevalenti sintomi respiratori, dovuta all’infezione da parte di determinati virus, che si trasmette per via aerea.

La pericolosità dell’ sta nel fatto che i virus cambiano e di conseguenza le difese immunitarie di un soggetto, precedentemente colpito da uno stesso virus poi mutato, non sono più in grado di controllarlo.

Il picco di contagi dai virus influenzali si ha tra gennaio e febbraio, tuttavia già con i primi freddi e le variazioni di temperatura autunnali possono sopraggiungere le cosiddette sindromi para-influenzali, contraddistinte da starnuti, dolori diffusi, mal di testa, malessere generale e naso chiuso.

Anche se molto simili a quelli dell’influenza, i disturbi provocati da questi virus sono in genere meno intensi, di durata più breve e si manifestano in modo più graduale.

Per prevenire influenza e sindromi para-influenzali è molto importante difendersi sin da settembre-ottobre, attraverso semplici accorgimenti, come lavarsi spesso e bene le mani, seguire una alimentazione sana, ripararsi dalle temperature basse e assumere spesso bevande calde.

Oltre a seguire queste semplici regole, in fase di prevenzione possono essere d’aiuto i medicinali omeopatici, in particolare Oscillococcinum, che è particolarmente indicato per i soggetti più sensibili al contagio, come anziani e bambini.

Inoltre, è un aiuto per coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi e per chi si è già vaccinato, ma desidera estendere la propria protezione a tutte le malattie da raffreddamento, sostenute da virus diversi da quelli influenzali.

Come trattamento preventivo è consigliabile assumerne una dose alla settimana da settembre a marzo, cioè per tutto il periodo di maggiore esposizione all’influenza e alle sindromi para-influenzali. Oscillococcinum non presenta effetti collaterali significativi e può essere utilizzato anche in associazione ad altre terapie. Esiste un’unica posologia per adulti e bambini e si assume facilmente ovunque anche senz’acqua.

Si ringrazia per la consulenza il Prof. Edoardo Felisi, Pneumologo, esperto in e docente di Medicinali omeopatici presso la Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Pavia.

Articolo precedente dello Speciale
Otite media: la cura omeopatica

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com