pianetadonna.it

Mal di testa cronici: denti, una delle cause

Il mal di testa è un disturbo che colpisce almeno una volta a settimana, 1 italiano su 3 e potrebbe essere la conseguenza di problemi legati ai e causati ad esempio da un’otturazione non perfettamente aderente alle pareti dentali, oppure da un disturbo della masticazione noto come bruxismo, che porta a digrignare i denti durante il sonno.

Quest’attività anomala con il tempo può provocare un assottigliamento dello smalto e rendere i denti più sensibili alla carie. Chi soffre di bruxismo, solitamente al risveglio avverte un affaticamento alle mascelle, che talvolta può diventare anche molto dolorosa.

Questa condizione, ripetuta nel tempo, può produrre delle vere e proprie disfunzioni articolari, alterando il normale movimento mandibolare e facendo sopraggiungere delle dolorose emicranie.

In questo senso, il dottor Glenn Clark della School of Dentistry dell’University of Southern California, spiega che il dolore ai denti si diffonde nei muscoli della testa e del collo attraverso il nervo trigemino, provocando dei frequenti e costanti . Egli aggiunge inoltre che c’è una stretta interconnessione tra i muscoli del viso, oro facciali e quelli cranio cervicali e “quando si stringono i denti, viene involontariamente contratta anche la muscolatura del collo”.

Il dottor Clark inoltre sottolinea che chi soffre di mal di testa non manifesta alterazioni fisiche visibili, ma a volte i sintomi possono diventare evidenti a seguito di un buon check up dentistico alle articolazioni della mascella, a denti e gengive.