pianetadonna.it

Facebook dipendenza: 80% dei genitori la teme per i figli

La è un fenomeno in continuo aumento, testimoniato dai tanti casi registrati, anche nel nostro Paese, e dal sorgere di sempre nuovi centri specializzati nel suo trattamento (APPROFONDIMENTO).

Un recente studio cinese aveva stabilito che rimare troppe ore di fronte al PC potrebbe causare danni al cervello (LEGGI), ma la questione resta abbastanza controversa e necessita di maggiori approfondimenti.

In Gran Bretagna un recente sondaggio, condotto tra i genitori di figli adolescenti, ha riscontrato che in quattro su cinque di loro, c’è una forte paura che la rete, e in special modo i , possano modificare il carattere dei propri figli, facendoli diventare -dipendenti.

L’indagine, condotta dall’associazione Nominet Trust, ha coinvolto 1.000 genitori; dai risultati è emerso che l’80% di loro temono che Facebook, Twitter e gli altri social network possano in qualche modo controllare la vita e la mente dei loro figli, il 33% pensa che il web sia in grado di influenzare il modo di pensare dei giovani senza il controllo da parte di un adulto.

Gli scienziati però non hanno mai stabilito se questa influenza negativa ipotizzata dai genitori sia reale o no. Anzi, diversi studi hanno suggerito che i social network possano rafforzare le amicizie già esistenti, e, ad esempio, che i video-giochi riescano a migliorare la capacità di elaborazione visiva e di coordinamento.

“La Trust Nominet – ha dichiarato Annika Piccolo, sua direttrice – crede in internet come una forza per il bene sociale. Timori esagerati circa l’uso di internet potrebbero potenzialmente negarne i benefici a chi ne ha più bisogno”. Il dibattito dunque, è tutt’altro che chiuso.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com