pianetadonna.it

Emergenza Neve, Coldiretti: “100 mila tonnellate di alimenti non consegnati”

L’emergenza non significa solo strade bloccate, caos nelle città e tanto freddo.

La ha appena reso noto quanto emerso dal monitoraggio effettuato sull’intera penisola: i disagi alla circolazione stradale causati dal hanno impedito la consegna di centomila tonnellate di prodotti alimentari negli ultimi giorni, e sugli scaffali dei supermercati mancano soprattutto i cibi freschi come ortaggi, uova e latte fresco.

L’associazione spiega che a causa delle abbondanti nevicate gli agricoltori sono impossibilitati a raccogliere i pochi cavoli, verze, cicorie, carciofi, radicchio e broccoli risparmiati dal gelo, ma il problema maggiore è il caos nei trasporti che non ha permesso la distribuzione dei generi alimentari, anche quelli che sono stati raccolti precedentemente come le mele e pere, ai magazzini e di conseguenza ai vari punti vendita.

Anche i mercati generali hanno pesantemente risentito della situazione, mentre si sta verificando una corsa all’accaparramento di cibo da parte dei cittadini che sta provocando l’esaurimento delle scorte disponibili. La situazione più grave riguarda le produzioni alimentari importate dall’estero che devono affrontare lunghi viaggi sulle strade, mentre i rifornimenti sono maggiormente assicurati – prosegue l’associazione.

Qualora la situazione della circolazione non tornerà presto alla normalità – avverte la Coldiretti – potrebbe incombere il concreto pericolo di speculazione nei prezzi dei prodotti. Il danno causato dall’emergenza neve e dal conseguente caos nei trasporti per il comparto agroalimentare ammonta già a cento milioni di euro.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com