pianetadonna.it

Danni della sigaretta, visibili dopo soli 15 minuti

Solo 15 minuti potrebbero bastare alla sigaretta, per danneggiare il patrimonio genetico dell’uomo e favorire lo sviluppo di malattie tumorali.
Non occorre fumare un’intera sigaretta, ma basta un solo tiro, per avere effetti devastanti per la salute dei .

Per la prima volta è stato tracciato il cammino del fenantrene, un idrocarburo policiclico aromatico, utilizzato come additivo delle .

Tale sostanza tossica è stata ritenuta la principale responsabile del tumore ai polmoni e delle mutazioni genetiche che possono provacarlo, in grado di amplificare i suoi devastanti effetti nel giro di un quarto d’ora, poiché, una volta inalata, entra immediatamente a far parte della circolazione sanguigna.

Lo studio scientifico, che ha scoperto tali effetti preoccupanti, è stato pubblicato dalla rivista Chemical Research in Toxicology e condotta da ricercatori dellAmerican Chemical Society, i quali hanno analizzato 12 fumatori volontari per le loro ricerche.

Il coordinatore capo della ricerca, il professor Stephen S. Hecht, avverte che le vittime quotidiane del fumo sono circa 3000, aggiungendo in una dichiarazione al termine dello studio: “Si tratta del primo studio che ha analizzato il metabolismo degli idrocarburi aromatici policiclici nell’uomo in seguito alla loro inalazione attraverso il fumo di sigaretta, escludendo altri potenziali contatti attraverso l’alimentazione o l’inquinamento”.

In passato si riteneva che i danni legati alla sigaretta si rivelassero con il passare degli anni, ma questa ricerca ha smentito clamorosamente le precedenti, mostrando che i danni legati al fumo si manifestano dai 15 ai 30 minuti, successivi al primo tiro.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com