pianetadonna.it

Curare anoressia e bulimia: in Toscana primo centro specializzato

L’ è uno dei cosiddetti “mali della società moderna”. Spesso se ne sottovalutano i sintomi e la si considera un semplice disturbo adolescenziale.

In realtà è una vera e propria malattia (APPROFONDIMENTO), che succhia l’esistenza di chi ne è colpito. L’anoressico non solo rifiuta il cibo, arrivando al limite della sopravvivenza, ma si innescano in lui meccanismi mentali totalmente alterati, per cui, nel momento in cui si specchia e valuta la propria immagine, si riconosce perennemente grasso, pesante e inadatto ai canoni estetici imposti dai modelli attuali. (APPROFONDIMENTO).

Per venire in contro ai tanti che ne soffrono, nascerà in Toscana un centro specializzato nella terapia e riabilitazione dei disturbi alimentari, come l’anoressia, appunto, e la .

La struttura, che ospiterà al suo interno 10 pazienti, sarà gestita dalla cooperativa sociale Paim di Cascina, Pisa, e sorgerà a Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, in una villa situata in viale Colombo.

Il progetto, che si prevede parta entro la fine del 2011, vedrà impiegate tecniche di cura all’avanguardia, diverse dai normali metodi di approccio ospedalieri, che puntano sulla familiarità dell’ambiente. La gestione durerà 5 anni (sono stati stanziati 3 milioni di euro) che si spera possano costituire la testa di ponte per il sorgere di altre strutture simili, in diverse regioni d’Italia.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com