pianetadonna.it

Cura omeopatica a sinusite frontale e mascellare

, rinite e otite media catarrale, sono le più frequenti patologie otorinolaringoiatriche della stagione invernale.

La sinusite acuta, generalmente tra le complicanze più comuni della rinite, è un’infiammazioni dovuta all’irritazione della mucosa delle membrane che rivestono i seni paranasali.

Le cause sono soprattutto virali o batteriche e i sintomi variano in base alla sede dell’infiammazione: nella sinusite frontale il dolore è alla radice del naso, mentre nella sinusite mascellare il dolore è a livello degli zigomi e delle arcate dentarie.

In caso di sinusite frontale, quando la secrezione nasale sierosa è scarsa o nulla, il medicinale omeopatico più comunemente prescritto è Sticta polmonaria 5CH, mentre quando la secrezione sierosa è moderata ed è presente dolore alla radice del naso, il prodotto omeopatico da assumere è Kalium iodatum 5 CH, 5 granuli per 4 volte al giorno.

Se la sinusite è di natura mascellare e laddove vi sia una secrezione mucopurulenta, una cura omeopatica interessante è costituita da Kalium bichromicum 7CH e Hydrastis 7 CH, 5 granuli per 3 volte al giorno, che in fase di esordio rappresentano un’ottima alternativa ai farmaci tradizionali.

E’ bene precisare tuttavia che se non compaiono significativi miglioramenti entro 48 ore, è doveroso instaurare una terapia antibiotica adeguata, sotto stretto controllo del proprio medico curante.

Si ringrazia per la consulenza il Prof. Edoardo Felisi, Pneumologo, esperto in e docente di Medicinali omeopatici presso la Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Pavia.

Articolo precedente dello Speciale
Rimedi omeopatici per tosse secca e grassa
Articolo successivo dello Speciale
Otite media: la cura omeopatica

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com