pianetadonna.it

Coltivare piante, frutta e verdura allunga la vita

Un numero sempre maggiore di studi ha dimostrato che mangiare sani aiuta a prevenire l’insorgere di malattie, anche molto gravi. Purtroppo accade spesso che i metodi per coltivare un ortaggio o allevare un animale non siano molto ortodossi, e ciò va a scapito della salute degli ignari consumatori.

Al di là dei casi più eclatanti di coltivazioni e allevamenti killer (APPROFONDIMENTO 1), (APPROFONDIMENTO 2), i cibi sono sempre più spesso coltivati in serra, senza il contatto con il sole e le sue proprietà benefiche, come l’essenziale apporto di vitamine.

Recentemente un sondaggio, pubblicato su HortTechnology, ha dimostrato che, tra gli adulti di mezza età, chi si dedica, anche sporadicamente, alla coltivazione di ortaggi, sarebbe più incline a consumare cibi più sani e godrebbe, dunque, di migliore salute.

A condurre la ricerca sono stati Aime Sommerfeld, Amy McFarland, Tina Waliczek, e Jayne Zajicek, i quali, per capire se ci fosse un effettivo riscontro alla loro supposizione, hanno intervistato un campione di 250 persone sopra i 50 anni. “I nostri risultati – hanno dichiarato i ricercatori – confermano gli studi precedenti che indicavano come i coltivatori fossero più propensi a consumare verdure rispetto ai non-coltivatori”.

Un aspetto interessante è che dai risultati non sembra esserci una correlazione tra il tempo trascorso nell’orto e la quantità di e consumata. Di conseguenza appare evidente che sia molto utile dedicarsi, anche per poco tempo, ad attività di giardinaggio e “coltivazione fai da te”, per stimolare l’assunzione di cibi più sani, vivere meglio e più a lungo.


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com