pianetadonna.it

Cioccolato, per restare giovani e di buon umore!

E’ ormai cosa assodata che il cioccolato sia un’ottima fonte di ferro, potassio, calcio, fosforo, magnesio e di recente, si è rivelato anche ricco di “flavonoidi”, sostanze antiossidanti in grado di contrastare l’azione dei famigerati radicali liberi.

Il cioccolato è anche uno degli alimenti che viene esaltato o demonizzato secondo le mode e che pare essere nemico giurato dei patiti della dieta: una tavoletta di fondente da 100g fornisce 542 kcalorie, 5,8 grammi di proteine, 56,7 grammi di carboidrati e 34 grammi di grassi, mentre una di cioccolato al latte apporta 564 kcalorie, 8,9 grammi di proteine, 50,8 grammi di carboidrati e 37,6 grammi di grassi, quindi un bel po’ di calorie per entrambi i tipi.

Esiste però una fondamentale differenza tra i due tipi di cioccolato, che va ben oltre il gusto personale: quello fondente non contiene , mentre quello al latte ne contiene 74 mg.

Il cacao contiene anche teobromina, un alcaloide che sembra in grado di agire sul sistema nervoso centrale mantenendo alto il tono dell’umore, donando al cioccolato la leggendaria proprietà “antidepressiva”.

Naturalmente il consumo di cioccolato deve essere adeguato all’età e al proprio stile di vita, infatti se 30 gr. di cioccolato con 50 gr di pane sono un’ottima merenda per un ragazzino che va a giocare all’aria aperta, chi è a dieta o fa una vita sedentaria, dovrà accontentarsi di un quadratino, sufficiente per gratificare il palato.

Ma attenzione, d’ora in poi bisognerà leggere l’etichetta perché a Strasburgo hanno deciso che al posto del burro di cacao, potranno essere usati i grassi vegetali come ad esempio l’olio di palma che costa un decimo del burro di cacao ma è dannoso per le nostre arterie.


Commenti (1)

  1. Alessio scrive:

    Ho sempre pensato che il cioccolato facesse soltanto ingrassare però devo ricredermi, naturalmente meglio non esagerare come per tutte le cose

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com