pianetadonna.it

Carne rossa, 50 gr in più al giorno: rischio infarto, diabete e tumore

Abusare di rossa fa male alla salute, è un dato di fatto confermato da decine di studi. Un gruppo di ricercatori inglesi è andato oltre, quantificando l’impatto dei grammi di carne rossa assunti giornalmente sulla salute.

Secondo il team di studiosi del dipartimento per la salute pubblica dell’Universita’ di Cambridge, la dose massima giornaliera di questo alimento non dovrebbe superare i 53 grammi per gli uomini e i 30 grammi per le donne.

Naturalmente, in media, i consumi pro capite risultano molto più elevati (90 gr e 54 gr, rispettivamente), così come elevato è il rischio di incorrere in patologie molto gravi.

Secondo lo studio, pubblicato sulla rivista British Medical Journal, ogni 50 grammi in più di carne rossa consumata, si registra un aumento del 42% del rischio di malattie coronariche, del 19% di sviluppare diabete di tipo 2 e del 18% di tumore all’intestino.

Il consiglio degli esperti è dunque di sostituire del tutto la carne rossa con altri alimenti, che vanno da quella bianca a mille altri cibi, ricchi di fibre e poveri di sale.

Dati allarmanti che dovrebbero mettere tutti in guardia, come conferma la ricercatrice capo dello studio Louise Aston:

”Ridurre il consumo di carni rosse significherebbe abbattere l’incidenza di patologie croniche fino al 12%, ma anche eliminare l’emissione di 28 milioni di tonnellate di anidride carbonica all’anno solo in Inghilterra.”