pianetadonna.it

Cardo: varietà, benefici e proprietà nutrizionali

Il cardocarduus in latino, è particolarmente consigliato dai dietisti perché ricco di , calciomagnesio, e acido folico. Grazie a questa composizione risulta disintossicante e depurativo, poiché permette l’eliminazione di , tossine e scorie.

La parte commestibile è rappresentata dal lungo gambo, reso più morbido dalle gelate autunnali. Il suo sapore amarognolo ricorda quello del carciofo, per questo motivo il cardo viene anche chiamato carciofo selvatico, mentre la sua forma è simile al sedano.

Nelle coltivazioni il cardo viene fatto crescere sotto terra per limitare il suo gusto amaro; una conseguenza di questo tipo di coltura è il colore bianco. Infatti già nel XVI secolo, medici della corte sabauda scrivevano: ”I cardi si mangiano ordinariamente nell’autunno e nell’inverno fatti teneri e bianchi sotto terra”.

Le origini del cardo non sono tuttora chiare, è sicuramente una pianta mediterranea usata sia dagli antichi egizi sia dagli etiopi. Nella tradizione greca una pianta piena di spine, il cardo, è sbocciata dalla Terra dopo la morte di Dafne. Nella mitologia ariana, il cardo è uno dei simboli con cui viene rappresentato il dio Thor.

Tra le proprietà nutrizionali segnaliamo che in 70 grammi di questo tipo di verdura sono presenti solo 10 kcal ed una ricca percentuale di acqua, circa il 94%. Di seguito un elenco delle varietà di cardi più diffusi nei mercati italiani.

1
2

Continua la lettura »


Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com