pianetadonna.it

Cancro, alimentazione: cereali integrali riducono rischio tumore colon

Mangiare pane nero o cereali integrali almeno 3 volte al giorno riduce del 20% il rischio di ammalarsi di . A sostenerlo, un gruppo di studiosi inglesi dell’Imperial College di Londra e dell’University of Leeds, che hanno raccolto i dati di oltre 25 studi precedenti e analizzato oltre 2milioni di partecipanti, rilevando che per ogni 10 grammi in più di fibre consumate al giorno, il rischio di sviluppare cancro intestinale scendeva del 10%.

A questo proposito i ricercatori sostengono che “un elevato apporto di fibre alimentari, in particolare quelle contenute nei cereali in genere e in quelli integrali, si può associare a una minore probabilità di ammalarsi di tumore del colon retto”.

Inoltre i cereali integrali si possono trovare anche all’interno del pane nero, quello con farine di miste, nel riso integrale e nei fiocchi d’avena.

Gli esperti, infatti, hanno notato che l’effetto dell’assunzione di legumi, come fagioli, piselli, lenticchie e arachidi, oppure di molta frutta e verdura non aveva gli stessi benefici delle fibre contenute nei cereali integrali.

I risultati, pubblicati sul British Medical Journal, hanno illustrato i quantitativi necessari per far sì che lo stomaco sia protetto dal cancro e 90gr al giorno di cibi integrali, ne possono ridurre il rischio del 20%.

L’epidemiologo Dagfinn Aune, dell’Imperial College, aggiunge che le fibre sono una componente fondamentale in una sana alimentazione poiché gli effetti positivi dei componenti nutritivi nel loro interno, come magnesio e folati, sono correlati a un minor rischio di cancro intestinale.