pianetadonna.it

Batterio cetrioli: sequestrati 7 quintali ortaggi in Italia

L’allerta per il batterio dell’, che sta mietendo diverse vittime in Germania, si è diffusa in tutta Europa. In Italia, dopo l’allarme e i primi controlli (APPROFONDIMENTO), sono scattati anche i primi sequestri di cetrioli.

Nella fattispecie, sono stati requisiti dai Nas dei carabinieri 7 quintali di tali ortaggi.
Al momento, però, non è possibile stabilire se i cetrioli sequestrati siano “portatori” del batterio “killer” dell’Ehec.
Il sequestro in questione è stato infatti effettuato dai militari, solamente a scopo preventivo: gli esperti sono al momento all’opera per analizzare gli ortaggi nei laboratori specializzati.
Per avere notizie più certe, quindi, si dovranno aspettare i risultati delle analisi in corso.

Questi ultimi, presumibilmente, potrebbero giungere nella giornata di domani, martedì 31 o, al massimo, mercoledì. In ogni caso, la psicosi da “” sta rapidamente diffondendosi in tutta Europa, compresa ovviamente l’Italia.
Alcuni hanno infatti cercato di fare pressioni per bloccare qualsiasi importazione di tali ortaggi nei loro rispettivi Paesi.

A finire “nell’occhio del ciclone” sono soprattutto i cetrioli provenienti da Spagna e Olanda, ossia quelli che al momento sono ritenuti i “vettori” del batterio dell’Escherichia Coli.
Per quanto riguarda il nostro Paese, infine, al momento non è stato segnalato nessun caso “anomalo”, e l’unica notizia in qualche modo legata al batterio, è il sequestro preventivo dei 7 quintali di cetrioli.


Commenti (1)

  1. angela monea scrive:

    vorrei sapere come si manifestano i sintomi della presenza del batterio perchè io e mio figlio abbiamo mangiato sia cetrioli spagnoli che olandesi e in quali tempi, grazie

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com